Contatti: 0934.597226 mail

Attività e Servizi  
 
ATTIVITA'
Idroelettrico
Biomasse e Biogas
SERVIZI
Consulenza
Servizi pre-vendita
Campagna anemometrica
BIOMASSE
Per biomassa si intende ogni sostanza derivante direttamente o indirettamente dalla fotosintesi clorofilliana. Mediante il processo di fotosintesi le piante assorbono dall’ambiente circostante anidride carbonica ed acqua, che vengono trasformate, con l’apporto dell’energia solare e di sostanze nutrienti presenti nel terreno, in materiale organico utile alla crescita della pianta. La biomassa racchiude in sé una gran quantità di materiale di natura estremamente eterogenea. In forma generale, si può dire che è biomassa tutto ciò che ha matrice organica, con esclusione delle plastiche di origine petrolchimica e dei materiali fossili. Le tipologie di biomassa più diffuse consistono in residui forestali, scarti dell’industria di trasformazione del legno, Pellets , Sansa , Nocciolino di olive , Cippato , Scarti di Potatura.
Affidabilità e comfort dei sistemi a biomassa solida grazie alla più recente e semplificata tecnologia per la gestione del generatore di calore (estrazione automatica delle ceneri, caricamento automatico del pellet o del cippato, pulizia automatica dello scambiatore di calore, pulizia automatica della griglia di combustione, regolazione della potenza automatizzata anche tramite telecomando, serbatoio di accumulo del combustibile, ottima integrazione con i pannelli solari) portano questa tecnologia come una delle scelte migliori per l’ACS (acqua calda sanitaria) e il riscaldamento sia domestico che industriale.
Ricordiamo che le caldaie a biomassa possono beneficiare della detrazione fiscale sul risparmio energetico.
I biogas sono una miscela di vari tipi di gas composti principalmente da metano, prodotti dalla fermentazione batterica in anaerobiosi(assenza di ossigeno) dei residui organici provenienti da residui vegetali o animali.
I residui utili possono avere più origini: scarti dell'agroindustria (trinciato di mais, sorgo o altre colture), dell'industria alimentare (farine di scarto o prodotti scaduti), dell'industria zootecnica (reflui degli animali o carcasse), si possono utilizzare anche colture appositamente coltivate allo scopo di essere raccolte e trinciate per produrre "biomassa", come mais, sorgo zuccherino, grano, bietole, attualmente sono in corso delle ricerche per l'utilizzo di alghe.
Il biogas è prodotto dalla fermentazione anaerobica di sostanze organiche all'interno di un fermentatore a tenuta stagna. Questo fermentatore trasforma i materiali organici in biogas utilizzando un processo biologico complesso a circa 38-55 °C. Più della metà del gas risultante da questo processo è costituito da metano (CH4), mentre il resto è anidride carbonica (CO2).
Una centrale con un generatore trasforma il gas metano in corrente e calore. L'energia elettrica prodotta viene immessa nella rete pubblica, mentre una piccola parte va a coprire il fabbisogno energetico dell'impianto stesso. Il biogas è completamente ecologico e non influisce sulla quantità delle emissioni di CO2. Il processo di produzione genera solamente la quantità di CO2 assorbita dalle piante tramite fotosintesi. In questo modo il ciclo ecologico si chiude.
 

generit srl

Attività e Servizi  

® GENERITs.r.l. Uffici direzionali - Via Libertà, 136- 93100 - Caltanissetta (CL) - Tel/Fax: 0934.597226 - P.Iva e C.F.: 01925740852

Created by CFGrafica